Martedì 17 gennaio, tutte le classi terze della scuola primaria, viaggiando a ritroso nel tempo per circa 200.000 anni, accompagnati dalle insegnanti e dalla Paleontologa Dottoressa Martina Mignardi, hanno “passeggiato” lungo il letto di un antico fiume dove antiche rocce modellate dall’acqua, grandi zanne di elefante, pietre scheggiate dall’uomo paleolitico hanno lasciato immaginare un meraviglioso paesaggio scomparso. Oltre i numerosi reperti geologici, paleontologici ed archeologici, il percorso di visita, presso il Museo di Casal De’ Pazzi, si è avvalso del supporto di suggestive ricostruzioni virtuali, immergendo i bambini nel magnifico mondo pleistocenico.