sicurezzaLa scuola ha la responsabilità diretta di garantire la sicurezza degli studenti e delle altre componenti scolastiche, in quanto luogo privilegiato e deputato per la promozione della salute a favore di tutti coloro che operano al suo interno e nell’ottica di un miglioramento duraturo dello stile di vita. Il D.Lgs.81 del 9 aprile 2008 recepisce in Italia le direttive della Unione Europea atte a promuovere la salute e la sicurezza dei lavoratori nei luoghi di lavoro. Il D.Lgs.81/08 si applica alla scuola tenendo conto delle particolari esigenze del servizio, individuate dal Ministero della Pubblica Istruzione col decreto 19 settembre 1998, n° 382.

Di seguito sono indicati i nominativi delle figure di cui all'art. 28, comma 2, lettera e) del D.Lgs. 81/2008, ovvero i nominativi "del responsabile del servizio di prevenzione e protezione, del rappresentante dei
lavoratori per la sicurezza o di quello territoriale e del medico competente che ha partecipato alla valutazione del rischio".

  • Responsabile del Servizio di Prevenzione e di Protezione (RSPP):

Ing. Francesco DE MATTEIS
Indirizzo: Via Nomentana 13 - 00161 Roma (RM)
Telefono / Fax: 339/7869760 06/44250107
Internet: http://www.ingegneriadematteis.it
E-mail: studio@ingegneriadematteis.it

  • Per i nominativi degli Addetti al Servizio di Prevenzione e di Protezione (ASPP) consultare l'organigramma sicurezza.

Docenti, alunni, personale A.T.A. ogni anno sono informati e formati sulle norme di prevenzione e protezione dai rischi all’interno dell’edificio scolastico e sull’attuazione del piano di evacuazione. Il piano di evacuazione è messo in atto 2 volte l’anno, per verificarne l’efficienza. L'istituto Comprensivo “Angelica Balabanoff” prevede regole di comportamento a cui i docenti e gli alunni sono tenuti per assicurare la creazione e lo sviluppo di ambienti di apprendimento funzionali ed indica le modalità di collaborazione dei  genitori allo sviluppo della comunità educante. Tutti i docenti e i collaboratori scolastici vigilano costantemente affinché non si verifichino tra gli alunni situazioni di rischio per la loro incolumità fisica e psichica.